sabato 8 novembre 2014

A cosa serve l'analisi biografica?


Cosa possiamo aspettarci da un percorso di analisi filosofica? In una società pragmatica, sempre interessata ai "risultati", questa domanda assume notevole significato. E' infatti opinione diffusa che gli approcci psicoanalitici (a cui si avvicina, con le sue differenze e peculiarità, l'analisi biografica a orientamento filosofico) stiano perdendo terreno rispetto ad altre forme brevi di terapia e di sostegno alla persona. Sedotti dalla velocità in tutti i campi e ben poco avvezzi alle "fatiche" dell'anima, i cultori della cura rapida screditano tutti i cammini di crescita che non mantengano il passo della frenetica innovazione tecnologica ed economica. A essere maliziosi potremmo pensare che una parte consistente di questi "esperti" non desideri altro che ridurre al minimo gli ostacoli all'adattamento sociale e alla perfomance. Dinnanzi a questa fame di normalizzazione del disagio l'analisi biografica non può che affermare la sua irriducibilità diversità. Cosa può quindi aspettarsi l'analizzante che sceglie un percorso di ricerca del senso, tanto per tornare alla domanda iniziale? Realisticamente può attendersi almeno cinque "risultati" decisamente controcorrente rispetto ai valori di questa epoca: 1) riconoscere il diritto ad avere un tempo adeguato per fermarsi e dialogare con il proprio universo emotivo; 2) assumere una crescente responsabilità nei confronti della propria esistenza; 3) riconoscere il disegno della propria storia di vita all'interno di una cornice di comprensione della realtà che è sempre ereditata dal contesto di appartenenza (mitobiografia); 4) scoprire che "stare bene" è qualcosa di semplice e complesso al tempo stesso e che riguarda, inevitabilmente, l'autenticità della persona; 5) capire che l'obiettivo di una crescita psico-spirituale non è mai una felicità esente da dolori e sconfitte, bensì il raggiungimento di un equilibrio sapiente che guidi il soggetto nelle relazioni con se stesso, con gli altri e con la Vita.

0 commenti:

Posta un commento